L’iniziativa popolare

2015-04_dp_direkte_demokratie_fr_cover_140px

Negli ultimi anni il numero e il tasso di successo delle iniziative popolari sono nettamente aumentati. Tuttavia un’iniziativa accettata dal popolo non viene quasi mai realizzata secondo la volontà del suo promotore. Se non si vuole che il più importante strumento della democrazia diretta svizzera perda legittimità è necessario introdurre riforme urgenti, mirate da un lato a rafforzarne l’efficacia, dall’altro a proteggerla dagli abusi.


[leggi di più...]

La completa autonomia della BNS

avenir suisse

La decisione della Banca Nazionale Svizzera (BNS) di abolire il tasso di cambio minimo franco svizzero-euro ha avuto un effetto shock. I dibattiti di ieri in Parlamento lo dimostrano. Senza dubbio le conseguenze saranno di ampia portata. Tuttavia questa misura rappresenta allo stesso tempo un’opportunità e una sfida per riguadagnare competitività attraverso l’introduzione di riforme coraggiose.


[leggi di più...]

Siamo stufi del troppo benessere?

Oggi il benessere è dato per scontato

Una politica monetaria espansiva o una politica fiscale mirata a stimolare la congiuntura economica non sono una risposta durevole alle sfide future. Sarebbero invece necessarie misure concrete.


[leggi di più...]

Il contributo di internet al nostro benessere

Hand holding smartphone with media icons and symbol

Alcuni beni di uso quotidiano, tra i quali internet e la TV, sono pressoché gratis. Ma anche se il consumo di informazioni e di intrattenimento non fa aumentare il PIL, esso fa crescere il nostro benessere.


[leggi di più...]

IVA: ridistribuzione «fai da te»

Rechenstreifen von Taschenrechner

Dopo il chiaro No all’iniziativa sull’IVA ribassata per la ristorazione una nuova proposta di riforma è oggetto di dibattito: l’aliquota unica. Questa sarebbe da auspicare, poiché l’IVA è costosa e inefficiente.


[leggi di più...]

Protezione ambientale: è sufficiente essere i primi della classe

| avenir suisse

Il principio della territorialità afferma che gli stati sovrani possono decidere autonomamente riguardo ai singoli ambiti politici sul loro territorio. Ovviamente il principio vale anche per la protezione dell’ambiente. Questo è uno dei motivi per cui i calcoli concernenti l’impatto ambientale dei beni importati sono più che problematici.


[leggi di più...]

Stop alla regolamentazione della piazza finanziaria

La regolamentazione della piazza finanziaria è aumentata parecchio negli ultimi anni | avenir suisse

I nuovi dati riguardanti lo sviluppo della regolamentazione parlano chiaro: la Svizzera non è peggiorata solo in modo assoluto, ma anche in un confronto internazionale. Negli ultimi anni è aumentata in modo particolare la regolamentazione della piazza finanziaria – ed essa dovrebbe continuare ad aumentare. Ma tutto ciò ha veramente senso?


[leggi di più...]

«Svizzera, tra isolamento e apertura al mondo»

Svizzera tra isolamento e apertura al mondo

La Svizzera si trova nella difficile situazione di stare incredibilmente bene: l’abitudine al benessere porta però a essere pigri e ad autocompiacersi. Nell’intervista Gerhard Schwarz analizza diversi aspetti del marcato scetticismo verso la crescita nel nostro paese.


[leggi di più...]

Crescita senza patemi

Crescita senza patemi | Avenir Suisse

Gli scettici della crescita, come per esempio i promotori dell’iniziativa Ecopop, abbondano. Ma quanto è diventato materiale il nostro benessere? Dal 1990 il consumo materiale pro capite non è aumentato; in realtà, produzione e consumo sono meno dispendiosi in termini di risorse rispetto al 1990. Innovazioni come Wikipedia – che portano un contributo insignificante al PIL ma notevoli benefici per i consumatori – rendono chiaro che gli uomini non solo consumano risorse, bensì ne creano.


[leggi di più...]

« Abbiamo bisogno di tutte le forme di energia »

Gerhard Schwarz, Doris Leuthard, Johannes Teyssen e Matthias Bichsel (da sinistra a destra© Avenir Suisse

«Il futuro si costruisce sul passato». È questo il motto che ha caratterizzato l’«Annual Dinner 2015» organizzato per i sostenitori di Avenir Suisse presso la Trafohalle a Baden, nel precedente laboratorio di alta tensione della BBC/ABB. In questo luogo simbolico dell’antica «capitale energetica» si è discusso del futuro energetico della Svizzera con tre ospiti prestigiosi: la Consigliera federale Doris Leuthard, Capo del DATEC (Dipartimento federale dell’ambiente, dei trasporti, dell’energie e delle comunicazioni), il Dr. Johannes Teyssen, Presidente del Consiglio d’Amministrazione della E.ON. e il Dr. Matthias Bichsel, alto dirigente presso la Royal Dutch Shell per oltre trent’anni.


[leggi di più...]

Nota insufficiente per la volontà di riforme della Svizzera

D_A_CH-2015_cover_140

In materia di liberalizzazioni, la legislatura 2011-2015 è stata deludente. In Svizzera, il barometro delle riforme D A CH ha registrato un calo anche nel 2014.


[leggi di più...]

Impulsi per la Svizzera

avenir_jb_14_fr_cover_140

L’attività principale di Avenir Suisse è la riflessione allo scopo di garantire la democrazia in Svizzera in un quadro di buone condizioni. Libertà individuale, proprietà privata, concorrenza e mercati aperti sono condizioni essenziali sia per crescita che benessere.


[leggi di più...]

La privacy e la rete

as_2015_web_franz_140

La nuova pubblicazione avenir spezial “La privacy e la rete” esamina il significato della protezione dei dati e la loro relativa sicurezza nella vita di tutti i giorni. Chiedendosi quali lezioni possano essere tratte dalle colpe di Edward Snowden, l’ex tecnico della NSA fuggitivo, la pubblicazione mira a rispondere a domande divenute oggi di importanza centrale nei nostri rapporti con internet.


[leggi di più...]

Come riformare la tassazione del capitale?

riformare-la-tassazione_cover_140

Il tema della Riforma dell’imposizione delle imprese 3 (RII 3)  è un argomento complesso – così come lo è la valutazione del suo impatto sull’equilibrio fiscale del Canton Ticino. La RII 3, pur essendo un progetto ambizioso, non permetterà di colmare le perdite fiscali derivanti dall’abbandono degli statuti fiscali speciali per le multinazionali. Le misure compensatorie


[leggi di più...]

Promuovere l’occupazione dei senior

le-travail-des-seniors_cover_140

Nell nuovo numero della collana «avenir punti di vista», Jérôme Cosandey, direttore di ricerca, si focalizza sul potenziale dei lavoratori più anziani. I senior vicini all’età legale di pensionamento o coloro che l’hanno appena superata potrebbero estendere l’offerta di manodopera «non contingentata» nell’ordine di grandezza di decine di migliaia di lavoratori. Secondo i risultati del sondaggio, il 57% dei lavoratori ultrasessantenni sarebbe anche disposto a lavorare oltre l’età di pensionamento qualora le condizioni lo consentano.


[leggi di più...]

Stato e cittadini

Bürgerstaat und Staatsbürger

Il sistema di milizia, pilastro della costruzione dello Stato Svizzero, vacilla. Mentre sono sempre più numerosi i politici professionali che siedono nel Parlamento federale, i comuni hanno grosse difficoltà a trovare candidati per le cariche locali. Il nuovo libro di Avenir Suisse illustra il sistema politico di milizia in tutti i suoi aspetti concernenti comuni, cantoni e Confederazione. Esso propone di ravvivare il sistema di milizia con l’introduzione di un obbligo generale di «servizio civico» per tutti.


[leggi di più...]

Monopoli cantonali vecchi e nuovi

km_6_cover-fr_140

In Svizzera, stato federale per eccellenza, sono parecchi i settori regolati a livello cantonale, per esempio la pesca, il notariato, l’assicurazione stabili o la geotermia. Il sesto monitoraggio dei cantoni “Monopoli cantonali vecchi e nuovi” rivela un potenziale di miglioramento per quanto riguarda questi interventi statali – in riferimento sia al loro numero che alla loro struttura.


[leggi di più...]